Prontuario AIC

IL PRONTUARIO AIC DEGLI ALIMENTI Il Prontuario rientra in un insieme più vasto di attività specifiche che AIC ha attivato per favorire una sempre migliore qualità della vita dei celiaci e delle loro famiglie. L’obiettivo è aiutare il celiaco nella selezione degli alimenti idonei alla propria dieta tra quelli che sono a rischio fornendo una lista di alimenti idonei, che viene pubblicata con frequenza annuale. Il Prontuario viene distribuito in circa 45.000 copie a tutti gli associati AIC, ai servizi di ristorazione, alle mense, ai ristoranti, ai dietisti. Vanta oltre 600 aziende operanti in tutte le aree del commercio alimentare, presenti con oltre 20.000 prodotti in commercio. Esiste anche la versione digitale del Prontuario, accessibile on line (an che per smartphone) previa iscrizione ad AIC (www.celiachia.it > Dieta senza glutine > Il Prontuario). Entrambi gli strumenti digitali sono riservati ai soci AIC. Le aziende che vogliono inserire i propri prodotti in Prontuario devono produrre la documentazione richiesta da AIC relativamente a ingredienti utilizzati e processi produttivi eseguiti. La documentazione presentata è controllata da personale AIC, costituito da professionisti del settore alimentare, che ne verifica la conformità alle linee guida AIC per la produzione di alimenti per celiaci. AIC effettua anche controlli analitici di sorveglianza sui prodotti inseriti nel Prontuario, senza dare alcuna preventiva informazione alle aziende interessate. I prodotti sono prelevati da diversi punti di vendita seguendo un piano di campionamento predisposto dall’Associazione. Al pari della verifica di idoneità effettuata dal personale AIC, vero valore aggiunto del Prontuario sono la gestione ed il controllo rigorosi dei prodotti per tutta la durata dell’edizione in vigore. L’inserimento in Prontuario garantisce, infatti, un controllo costante, grazie alla stretta collaborazione con le aziende produttrici, del permanere di tale idoneità e la comunicazione immediata dell’eventuale sospensione, corredata di informazioni relative ai lotti non conformi e alle cause della non idoneità, attraverso i canali istituzionali AIC come il sito, la app AIC Mobile o Facebook. Oggi disponiamo di una normativa sull’etichettatura che garantisce al consumatore sufficienti informazioni su gran parte degli alimenti in commercio. Il Prontuario resta un valido supporto di consultazione rapida di gran parte dei prodotti disponibili al celiaco sul mercato. Sottolineiamo che:
  • Il Prontuario non potrà essere esaustivo di tutti gli alimenti in commercio a rischio di contenere glutine: la pubblicazione degli alimenti è volontaria e non tutte le aziende aderiscono al nostro progetto;
  • Il Prontuario non deve sostituirsi all’educazione alimentare, che ci permette di avere una dieta varia e ricca di prodotti naturalmente privi di glutine;
  • Se un alimento riporta la dicitura “senza glutine” in etichetta, la sicurezza del prodotto è garantita dalla legge, perché l’uso di questa dicitura è regolamentato da un’apposita norma (Regolamento Europeo 828/2014) e da precise indicazioni del Ministero della Salute
Il Prontuario oggi  rappresenta per il consumatore celiaco, per la sua famiglia e per i professionisti della ristorazione uno strumento utile in fase di acquisto ed il fatto che un determinato prodotto vi sia o no menzionato costituisce un elemento di scelta decisivo. Alla comodità di poter vedere raccolti gran parte degli alimenti “senza glutine” si aggiunge il valore aggiunto dato non solo dall’attività di verifica svolta da AIC (controlli sulla documentazione, analisi a campione dei prodotti) ma anche dalla cultura di attenzione e dalle competenze in tema di gestione del pericolo “contaminazione da glutine” che la consulenza offerta da AIC garantisce alle aziende aderenti. Il produttore che aderisce al Prontuario è sensibilizzato alle problematiche di chi soffre di celiachia, costantemente informato ed aggiornato da AIC sull’evoluzione tecnologica, normativa e in campo analitico. Ogni problematica in cui l’azienda incorre in tema di glutine può essere sottoposta agli esperti dell’Associazione in una proficua sinergia tra mondo produttivo ed esperti dell’AIC che è il vero valore di questo progetto.

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici dalle terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui