Celiachia e invalidità

La celiachia di per sé non è assolutamente invalidante se corretta con opportuna dieta (GFO Gluten-Free-Diet ), attualmente resa possibile anche per la discreta diffusione di una ristorazione specifica; l’unica eccezione è costituita  dalle rare forme c.d. refrattarie anche alla dieta e per le quali non esiste, di fatto, alcuna terapia.
Solo per questi casi alla malattia celiaca può essere riconosciuta una percentuale di invalidità civile, facendo riferimento, per analogia, al codice 9334 (sindrome da malassorbimento enterogeno con compromesso stato generale = 41-50%).

Per approfondimenti clicca qui.

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici dalle terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui